Gli Ambienti...

Vai alle foto

Adele Bonolis

Vai alle foto

COF

Dove accoglienza e solidarietà si incontrano.


La “C.O.F.” - Casa di Orientamento Femminile “Maria Assunta” - di Montano Lucino nasce nel 1957, da un'iniziativa di Adele Bonolis, come risposta al bisogno di accoglienza di donne bisognose e donne che hanno vissuto esperienze di violenza e degrado della propria dignità al limite dell'accettabilità umana.


«Il principio fondamentale che crediamo di aver assorbito da Adele Bonolis è l'accoglienza alla persona: quello di cui ci preoccupiamo è di dare una casa alle donne che arrivano da noi, oberate di sofferenza, diamo ospitalità e tutto il tempo necessario a riflettere sulla propria vita e a tirar fuori la voglia di ricostruirla. Ogni persona ha la sua storia, i suoi tempi, i suoi bisogni».


L'Associazione Casa di Orientamento Femminile Onlus (C.O.F.) è riconosciuta da Regione Lombardia, iscritta all'anagrafe unica delle Onlus (D.Lgs. 460/1997), iscritta all’Albo delle Case Rifugio (n. iscrizione 6) e delle Case di Accoglienza (n. iscrizione 4) della Regione Lombardia.


La Presidente Ornella Gambarotto imprenditrice con il cuore ha portato la sua esperienza di donna determinata e temeraria alla COF: «Amare, accogliere l'altro vuol dire agire per l'altro» e sotto la guida attenta della Direttrice dott. Emilia Mancinelli qui alla COF si lavora concretamente per garantire nuove opportunità alle donne e migliorare e potenziare la struttura. Altra figura importante è Daniela Maroni, Vicepresidente della COF, che non ha mai fatto mancare il suo prezioso supporto. In una casa, nella propria casa ci si deve sentire a proprio agio e la COF è la casa di tutte, un rifugio affettivo, da cui ripartire, in un clima di solidarietà e rispetto reciproco tra donne.


L'accesso al servizio può avvenire tramite una telefonata al centralino attivo 24 ore al giorno per 365 giorni all'anno: 031/470166.


LA NOSTRA CASA

Grazie ad un Bando della Regione Lombardia finalizzato a incrementare il numero di sedi di centri antiviolenza e case rifugio o ad adeguare le condizioni strutturali di quelle già presenti nelle reti antiviolenza, la Casa Orientamento Femminile - Cof si è aggiudicat arisorse per oltre 156 mila euro che hanno permesso di avviare un importante progetto di manutenzione straordinarie edile ed impiantistica degli spazi adibiti a Centro di Accoglienza di donne in difficoltà e donne vittime di abusi, al fine di assicurare migliori e più confortevoli condizioni di assistenza alle donne ed ai loro bambini.


Oggi quindi tutta l’area interessata si presenta completamente rinnovata e con arredi moderni e funzionali. Attualmente la casa funziona su quattro tipologie di accoglienza:

a) Casa Rifugio: “ad indirizzo non segreto” è in grado di accogliere n. 8 donne con figli minori dalle proprie abitazioni per maltrattamenti e abusi vittime di violenza.

b) Casa Accoglienza: è in grado di dare ospitalità a 8 donne con figli minori che hanno perso, per motivi economici, la loro abitazione.

c) Pronto Intervento: è disponibile 24 ore su 24 per i casi di emergenza/urgenza. E' in grado di ospitare fino a 5 ospiti complessivamente. L'inserimento in pronto intervento può essere disposto, allo stato attuale, dai Centri Antiviolenza, dalle Forze dell'Ordine e dai servizi sociali del Comune di residenza della donna.

d) CAS, Centro Accoglienza Straordinaria per donne richiedenti asilo umanitario e protezione internazionale (18 donne e 5 bambini richiedenti permesso umanitario).

Gli Ambienti...

Vai alle foto

Adele Bonolis

Vai alle foto